È giunto il momento per l’ex presidente Obama, di lasciare la beneamata Casa Bianca e quindi si si ritrova a riorganizzare la propria vita in merito, iniziando trasferendosi in una nuova bella ed elegante residenza d’epoca, in pietra, situata nel quartiere di Kalorama esattamente a Washington, nonché capitale degli USA. Per quanto riguarda i lavori da svolgere per mettere a nuovo e soprattutto in assoluta sicurezza la nuova casa della famiglia Obama, sono quasi volti al termine, come riferito dal Dailymail, riguarderanno anche la grande autorimessa della nuova residenza che secondo quanto “sottolineano” i vari permessi per la costruzione, verrà in un certo senso sacrificata in parte, per riuscire a realizzare il nuovo ufficio dell’ex presidente.

Senza alcun dubbio il bisogno di avere uno spazio più ampio per le proprie attività da ex-presidente, indipendentemente dai (760 metri quadri) della residenza è ben giustificata, come si può anche comprendere il fatto che per una persona di così alto livello come Obama, ci debba sempre essere una figura fissa presente, come l’autista e anche gli agenti di scorta, come ben prevedono le varie procedure di sicurezza. Ma ciò non toglie che resta comunque il dubbio che l’aver in qualche modo “ sacrificato” una parte del garage, per realizzare il nuovo studio-ufficio, finisca per obbligare in un qualche modo La moglie di Barack, Michelle o addirittura una delle figlie a dover parcheggiare fuori per strada, la propria auto, ma sempre confidando nel “buon cuore” dei vigili, dato che nel posto scelto per andare abitare, dalla famiglia, la sosta è fattibile solamente tra le 22 e le 7:30 del mattino ed è severamente controllata negli altri orari e in caso di siano delle eventuali infrazioni fi regole, nemmeno l’ex presidente qualche familiare, può sottrarsi ad una multa.