Il weekend di metà agosto è il periodo perfetto per gli automobilisti che rientrano o vanno in vacanza, per mettersi alla prova, o per meglio dire a dura prova, con le nuove normative sull’utilizzo degli Autovelox.

Come dice il Decreto 282 del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, il quale ha radunato in un unico ed effettivo testo le disposizioni legate all’utilizzo dei rilevatori elettronici di velocità o più semplicemente Autovelox che è stato reso più chiaro grazie all’articolo 2, i dispositivi devono “essere sottoposti a verifiche periodiche di funzionalità e di taratura con cadenza almeno annuale”.

Sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 31 luglio è stata pubblicata la legge che attualmente regola il posizionamento dei vari cartelli di avviso, oltre che alle dettagliate distanze dei vari apparecchi e alla visibilità di agenti e delle pattuglie. Anche il quotidiano di informazione giuridica dirittoegiustizia.it ha voluto commentare il testo rilasciato dal Decreto:

Fornisce finalmente uno strumento chiaro per scriminare gli accertamenti legittimi da quelli a volte troppo disinvolti che ancora si segnalano in alcuni frangenti. Da oggi il venir meno di una delle prescrizioni relative alle modalità di controllo non significherà più soltanto discostarsi dalle indicazioni ministeriali, ma il compimento di un atto contrario a una specifica normativa.