Verti Assicurazioni online

Verti Assicurazioni online

La compagnia digitale del Gruppo MAPFRE pare non fermarsi più ! Attraverso la nuova campagna pubblicitaria, in onda sulle principali emittenti televisive nazionali conferma un progetto con una rinnovata e arguta strategia di comunicazione dell’azienda.
Il MOV1MENTO Verti , richiama l’attenzione di persone che promuovono la propria visione del mondo, curiose ed entusiaste, che si muovono sempre con energia e vitalità. Questa idea è intesa non solo come movimento , ma soprattutto come un flusso di energie formando una vera è propria  Community Verti. Il senso di appartenenza , è infatti il protagonista indiscusso della strategia di comunicazione  scelta da chi guarda #sempreavant1, lanciando cosi anche il cosi detto ” # ” ed è subito mania sui social ,attenta non solo alla convenienza e alla semplicità, ma anche al’affidabilità e al servizio. Verti Assicurazioni online è un servizio che si afferma sempre di più nel panorama assicurativo nazionale.

La community Verti Assicurazioni online

“A quasi 2 anni dal lancio di Verti abbiamo ampliato il concept di MOV1MENTO, aggiungendo un senso di appartenenza alla Community Verti. Il nostro obiettivo è quello di fornire : convenienza ,semplicità ,affidabilità e professionalità.” Commenta Marco Buccigrossi (Direct Business Director di Verti assicurazioni) . In merito alla strategia comunicativa, “l’evoluzione della nostra comunicazione è coerente col nostro claim #sempreavant1, mettersi costantemente in gioco nel nostro lavoro quotidiano per offrire valore ai nostri clienti”. Sicuramente audaci le strategie del Gruppo MAPFREi , negli ultimi anni si sono ritagliati un bel posticino tra i vari Competitor del settore . Verti Assicurazioni online è un modo semplice ed efficace per effettuare un preventivo assicurativo. Infatti oltre a i classici prodotti Auto e Moto , Verti, offre la possibilità di personalizzare completamente le proprie polizze.

Supporto

Con Verti Assicurazioni online risulta veramente semplice richiedere supporto. Possedendo una vera e propria Community risolvere problematiche , non è un problema . Infatti ci si può affidare a un team di supporto che si conferma tra i migliori nel settore.

Polizza auto a partire da 183 euro

Articoli simili

Assicurazione auto Zurich Connect

Assicurazione auto Zurich Connect

Assicurazione auto Zurich Connect: stipulare una polizza

Assicurazione auto Zurich Connect , offre un servizio online veramente completo. Attivo sul suolo Italiano da ormai oltre 10 anni e continua a puntare forte sulla possibilità di stipulare una polizza senza doversi nemmeno alzare dalla poltrona di casa. Infatti avere un preventivo e addirittura stipulare un’assicurazione utilizzando il proprio pc, il proprio tablet o il proprio smartphone, oggi è possibile. Per avere tutte le informazioni del caso e firmare un contratto, infatti ,sarà sufficiente avere a portata di mano la targa della vettura che si vuole assicurare e la propria data di nascita. Inoltre, è possibile consultare un servizio clienti disponibile ed efficiente per qualsiasi informazione o chiarimento.

Le coperture assicurative di Zurich

Con Zurich Connect è possibile tutelarsi dinnanzi ad ogni imprevisto: si va infatti dalla classica RCA ad assicurazioni che prevedano il rischio di furto ed incendio, di eventi naturali e/o socio-politici; e poi ancora è possibile includere l’assistenza stradale, la copertura in caso di infortunio al conducente e le polizze kasko e minikasko. AInoltre si aggiungono ulteriori polizze extra come ad esempio la polizza cristalli e la cosiddetta “perdita pecuniaria”. Con Zurich è possibile tutelarsi in caso di sospensione o ritiro della propria patente, e in situazioni in cui si siea rimasti coinvolti in un sinistro che abbia causato lesioni gravi o gravissime.

Modalità e pagamenti e supporto

Zurich Connect prevede diverse polizze annuali. Possono essere pagate in due modalità differenti:  pagamento unico del premio, o per una  suddivisione in due rate da versare ogni sei mesi. Esistono diverse opzioni di composizione della propria assicurazione., tutte facilmente inseribili e soprattutto semplici da capire. Anche il supporto online appare efficace, con una live chat interattiva e precisa ; un servizio email tempestivo ; un numero verde non troppo “affollato” volto al chiarimento di qualsiasi dubbio. Cosa aspetti ? Calcola il tuo preventivo online!

Articoli simili

Nuova Chevrolet Corvette C8

Chevrolet Corvette C8

Nuova Chevrolet Corvette C8 , e il motore ? il motore è al centro. La Chevrolet Corvette dopo 65 anni, dopo la settima generazione che iniziava a soffrire la concorrenza europea, piazza il V8 al centro. Eccola la Chevrolet Corvette C8 e con lei l’epico trasloco del V8. Il motore infatti abbandona la posizione storica sotto il cofano anteriore per trasferirsi al centro. La domanda è solo una: é la vera rivale di McLaren e Ferrari?

Le caratteristiche: Nuova Chevrolet Corvette C8

Design

Il gusto estetico è totalmente soggettivo, lo so, ma lasciatemelo dire: la Corvette C8 è davvero bella vista dal vivo. E poi il modello che mi sono trovati davanti, con vernice metallizzata Zeus Bronze e cerchi 19” in bronzo chiaro le donano davvero tanto. È cattiva a sufficienza anche facendo a meno di una grossa ala posteriore e devo ammettere che i piccoli spoiler (opzionali) sembrano quasi superflui. Anzi, in un certo senso ne rovinano l’eleganza. Un’eleganza che potrebbe sembrare anche fin troppo banale, senza più quel chilometrico cofano che dava alle vecchie generazioni una personalità tutta loro, riconoscibile al primo sguardo. Ma c’è da dire che tra linee taglienti e aspetto da cattiva la Corvette C8 ci sa fare davvero.

Interni

L’abitacolo è bello e convincente, considerato il migliore mai visto . Pecca, il logo sul volante, mix di pelle Nappa, pelle scamosciata e fibra di carbonio, ma facilmente scambiabile per una sportiva con passaporto europeo. Sulla plancia, al centro, si trova un touchscreen da 8” adiacente ad un altro (da 12”) dietro al volante. A seconda del livello di allestimento (1LT, 2LT o 3LT) la Corvette C8 monta differenti tipi di sedili, quelli sportivi, un po’ troppo stretti. Difficoltà quando si entra e si esce dall’abitacolo. Tunnel centrale che separa i 2 sedili, ingombrante e pieno di interazioni, così da risultare addirittura difficile da utilizzare mentre si guida. Visibilità posteriore non ottimale, per fortuna montano di serie la telecamera posteriore.

Dinamica di guida

Il suo punto di forza, motore V8 aspirato di 6,2 litri e portato a 490 CV e 637 Nm di coppia,grazie al posizionamento centrale. Da i svariati test su strada emerge un dato di fatto, la C8 è davvero veloce. Schiaccia l’acceleratore e il launch control e tocchi i 100 km/h con partenza da fermo in 3” (0,1” in più se si fa a meno del pacchetto Z51). Cambio automatico Tremec doppia frizione a 8 rapporti stupefacente.. Lo sterzo risulta veloce e diretto sempre efficace. Pecca : il motore nella nuova posizione allunga gli spazi di frenata spesso si sente l’auto scodinzolare in maniera abbastanza accentuata, ma Corvette, in generale migliora di molto la guida di questa C8 . Forse non ancora all’altezza delle concorrenti McLaren, Ferrari o Porsche, ma mai nella storia cosi vicina !

Scheda tecnica

Motori: La Stingray utilizza una nuova versione del motore GM della Serie LS, chiamato LT2 e derivato dall’unità LT1 della Corvette C7 Stingray.[10] Il nuovo V8 ad aspirazione naturale eroga una potenza 497 CV a 6.450 giri/min e una coppia di 630 Nm a 5150 giri/min, con un incremento di 40 CV e 14 Nm rispetto alla Corvette C7. Il motore che utilizza un sistema di lubrificazione a carter secco,[11] è dotato del dispositivo Active Fuel Management, che disattiva una bancata ovvero 4 cilindri del motore quando viene utilizzato poco acceleratore e viaggia a velocità costante come per esempio nei trasferimenti autostrad. Trasmissione: La Stingray è disponibile solo con un cambio automatico a doppia frizione a 8 marce prodotto da Tremec, tuttavia il cambio marcia può essere comandato il modo semiautomatico grazie ai comandi posti sul volante

Prezzo

Al di là del motore, della sua sistemazione, delle sensazioni di guida e tutto il resto la grande differenza tra la Corvette e le sue rivali europee rimarrà sempre nel prezzo, specialmente al di là dell’Atlantico. Negli Stati Uniti infatti la sportiva viene venduta a partire da 59.995 dollari. Meno di una BMW Z4 M40i. Per l’Italia ancora non si ha il listino per i modelli di importazione, che dovrebbero comunque viaggiare ben al di sotto ai prezzi delle concorrenti.

Articoli simili

Auto Ibride: incentivi nazionali

incentivi nazionali auto ibride

I motori ibridi sono ormai una costante nelle auto nuove. Di conseguenza, le amministrazioni locali hanno varato incentivi da sommarsi a quelli proposti dal Governo, visto il basso livello di emissioni delle auto ibride. In questo articolo metteremo insieme gli elementi utili per chi vuole usufruire degli incentivi regionali e nazionali per le auto ibride ed elettriche.

Il valore degli incentivi nazionali sulle auto ibride

Tutte le auto ibride sono coinvolte negli incentivi nazionali , basta che le emissioni di Co2 dichiarate siano  tra 21 e 60 g/Km, a:

  • 2.500 euro, se chi acquista procede alla rottamazione di un veicolo appartenente alle categorie Euro 0, 1, 2, 3, 4
  • 1.500 euro senza rottamazione

Inoltre tutti i modelli ibridi rientrano nel Bonus da 2.500 euro . Unico vincolo il prezzo, infatti, da listino , non deve essere superiore a 61.000 euro IVA inclusa.

Auto elettriche e incentivi

Rientrano nel sistema di incentivi nazionali le auto elettriche , che hanno emissioni di Co2 dichiarate tra 0 e 21 g/Km, a:

  • 6.000 euro, se chi acquista rottama un veicolo appartenente alle categorie Euro 0, 1, 2, e 3
  • 4.000 euro senza rottamazione
  • Limite di prezzo, che non deve essere superiore a 61.000 euro IVA inclusa .
  • A compensare il Bonus c’è un Malus. Da marzo 2019 fino dicembre 2021, tutti coloro che acquisteranno auto con emissioni tra 161 e 175 g/km saranno costretti a pagare un importo pari a 1.100 euro. Questo importo varierà arrivando fino a 2.500 euro per tutte le auto con emissioni superiori ai 250 g/km.
  • La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto un altro incentivo sulla rottamazione. Le categorie interessate sono le auto di classe Euro 3 e i motocicli omologati fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi. L’incentivo è riconosciuto solo ai residenti in alcuni comuni italiani che decidono di rottamare un veicolo.
  • Di conseguenza, il bonus rottamazione è pari a 1.500 euro (per vettura) ed 500 euro (per motociclo). Il bonus può essere utilizzato, entro i successivi tre anni, per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico, biciclette o per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa ad uso individuale.

Articoli simili

Genertel leader nazionale assicurativo

genertel leader assicurativo nazionale

Genertel

Genertel leader nazionale assicurativo , ramo tra i più dinamici e importanti del Gruppo Generali, leader assicurativo nel mondo. La Compagnia offre una gamma ampia di prodotti ricoprendo le esigenze assicurative di automobilisti e motociclisti. Genertel si conferma leader anche nei rami assicurativi: Furgone e van, Vita, Pensione, Investimento,Casa, Sanitaria.

La storia di Genertel leader nazionale assicurativo

Nel 1994, nasce a Trieste Genertel, compagnia del Gruppo Generali. Dopo appena quattro anni di attività, supera il traguardo dei 100.000 clienti. Ma soltanto dopo altri quattro anni arriva una svolta fondamentale: pioniera del mercato nasce Genertel On Line, l’azienda rivoluziona gli standard di servizio assicurativo nazionale. Nel 2009, dalla fusione con La Venezia Assicurazioni, nasce Genertellife, andando a formare il primo vero polo assicurativo online italiano. Leader nella vendita diretta di prodotti Auto, Moto, Furgoni e Van, Camper, Casa, Viaggi, Vita, Previdenza, Risparmio e Investimento. Attualmente il successo imprenditoriale continua a crescere. Il brand riesce ad essere sempre distintivo, grazie al rinnovamento di immagine e comunicazione aziendale, costante e al passo con i tempi . Confermando Genertel leader nazionale assicurativo

Supporto clienti Genertel : LiveChat, Email , Numero Verde

Genertel  applica una particolare attenzione al supporto della clientela. Infatti oltre alla sezione F.A.Q. ricca di risposte e veramente di grosso aiuto, sviluppa anche sezioni interattive : LiveChat, Email, Numero Verde. Attraverso un semplice click è possibile chattare con un operatore in tempo reale , sempre cordiali e preparati , pronti a risolvere le problematiche, o a informarci. Supporto email tempestivo , numero verde non eccessivamente “affollato” è sempre disponibile. Insomma Genertel risulta essere un azienda che fa del supporto e della semplicità un Must . Efficacia ed efficienze sempre presenti. Ad oggi più di 1 milione di persone hanno utilizzato i canali digital della Compagnia.

Preventivi Genertel

Genertel attraverso il proprio portale ,offre la possibilità di calcolare il preventivo per la polizza desiderata comodamente da casa, in pochi click. Calcolare un preventivo per la polizza auto, moto, furgoni o per qualsiasi altro prodotto Genertel ,risulta veramente molto semplice. Ciò risulta possibile soprattutto grazie al percorso semplice e intuitivo del portale Genertel, sito si facile lettura e alla portata di chiunque . Inoltre, nel caso in cui si fosse già calcolato un preventivo con Genertel in passato, è possibile recuperarlo, inserendo alcuni dati richiesti. Provare per credere ! Inizia ora .

Articoli simili

Calcola il tuo Preventivo Genertel Auto, Moto, Furgone :

Audi Q3 Sportback, SUV Coupé dal design sportivo

Audi Q3 Sportback, SUV Coupé

La presentazione al pubblico: Audi Q3 Sportback SUV Coupé

“La bellezza modellata dalla tecnologia”: lo slogan che Audi ha scelto per presentare al mondo la Q3 Sportback, primo Suv coupé compatto della casa degli anelli con cui l’azienda punta a conquistare un segmento cresciuto negli ultimi mesi. La Q3 Sportback era già stata protagonista all’ultimo Salone di Francoforte, ma la conferma arriva su strada , dove il Suv compatto è sfilato aggressivo ed elegante. Dopo la giornata trascorsa su strada la grintosa Q3 Sportback si è presentata in passerella, vernice Nero Mythos, teatro dell’evento, il prestigioso Teatro Armani, nel cuore del fashion district milanese, dove moda e design si mescolano come gli ingredienti di un drink perfetto.

Le caratteristiche Audi Q3 Sportback SUV Coupé

Design

Audi Q3 Sportback SUV Coupé è uno di quei SUV definiti coupé , posteriore che scende verso il basso e questo la rende più gradevole rispetto ad una versione normale.

Interni

Gli interni Q3 Sportback sono veramente al top ,la qualità complessiva è elevata , sia per i materiali che per gli assemblaggi. Qualche accoppiamento dei materiali plastici da rivedere , come nel caso del volante o delle maniglie delle portiere. Ma ciò non deteriora il lavoro svolto dalla casa bavarese .

Abitacolo

Q3 Sportback significa SUV coupé di conseguenza ci aspettavamo un posteriore con spazio pochissimo spazio per i bagagli e invece no è cosi ! Infatti abbassando il ripiano di carico nella posizione più bassa, avremo un’ottima capienza per poter ospitare molti bagagli. È quindi un’automobile bella da vedere , spaziosa , con 533 litri di capacità ottima, senza rinunciare ad un design spettacolare.

Visibilità posteriore

Un buon intenditore non parla inutilmente , fortuna che c’è la telecamera che risolve tutto.

Dinamica di guida

Rispetto alla sorella Q3, la Sportback si guida decisamente meglio. Al posteriore essendo più bassa, con un baricentro più basso ,l’automobile si guida con facilità. Comfort e sportività, ovviamente pur sempre un SUV, ma sportivo.

Portaoggetti

Pecca , i portaoggetti non sono tanti e quelli presenti sono decisamente piccoli. Il più piccolo di tutti è il vano posizionato di fronte al passeggero.

Scheda tecnica

Motori: a benzina 45 TFSI 2.0 da 230 CV; turbodiesel 35 TDI 2.0 da 150 CV; 40 TDI 2.0 da 190 CV. Entro fine anno, 35 TFSI a benzina da 150 CV con tecnologia mild-hybrid da 48 volt Cambio: S tronic a sette rapporti per tutti i propulsori, entry level anche con cambio manuale a 6 rapporti . Trazione: integrale quattro di serie (solo per il motore d’ingresso 2.0 TDI da 150 CV è un optional . Prezzi: a partire da 41.400 euro il 35 TDI 2.0 da 150 CV, 47.550 per il 45 TFSI 2.0 da 230 CV cambio quattro S tronic.

Articoli simili

La nostra valutazione:

Eestetica

4.6/5

Interni

4.4/5

Prestazioni

4.4/5

Prezzo

4.1/5

Zalando espande i propri orizzonti con Alpinestars

Zalando dedica catalogo a Alpinestars

Zalando dedica un catalogo a Alpinestars , tutto vero, voi magari non ne eravate a conoscenza , ma l’azienda tedesca fa sul serio. Zalando nasce in Germania nel 2008 inizialmente con il nome di Ifansho da Robert Gentz e David Schneider. La società era guidata dalla Rocket Internet GmbH. Zalando si occuperà inizialmente della vendita di calzature ma presto le cose cambieranno. Nel 2009, inizia ad offrire il proprio servizio in Austria e l’anno che seguente, lancia la propria offerta commerciale nei Paesi Bassi ed in Francia. Nel 2011 comincia la sua attività in Italia, arriva in Svizzera e in Regno Unito. Espande, nel 2012 ancor più il proprio mercato in Svezia, Danimarca, Finlandia, Belgio, Spagna e Polonia. Tramite Zalando.be, nel 2013, si espande anche in Lussemburgo. Nel 2015 apre un centro logistico in Italia, il primo fuori dalla Germania .

Zalando dedica un catalogo a Alpinestars

Zalando leader nella vendita online , dedica un catalogo a Alpinestars. Il brand italiano, famoso a partire dagli anni ’60 , grazie agli innovativi stivali di motocross, per arrivare fino a oggi, l’esperienza maturata da Alpinestars nella creazione di indumenti protettivi per le gare di moto e auto da corsa è stata messa a frutto per la linea di abbigliamento sportivo. Che tu sia un appassionato di trekking o mountain bike, scoprirai nei capi sviluppati dal brand italiano un nuovo mondo di benessere e comfort.

Alpinestars : Confort e movimento

Ciclismo, hiking, trekking urbano: anche fuori dai circuiti di Moto GP o Formula1, i capi Alpinestars danno il meglio nel garantirti comodità, praticità e protezione. Leggeri e adatti per ogni tipo di attività sportiva, grazie all’alta qualità dei materiali e alle sofisticate tecniche di realizzazione. Ogni capo è pensato e sviluppato per le necessità degli sportivi , ma anche di chi si destreggia nelle sfide ad alta velocità della vita di tutti i giorni: t-shirt a maniche lunghe o corte sono dotate di un sistema di traspirazione che ti permetterà di sentirti sempre all’asciutto e di concentrarti sui tuoi allenamenti. Gioca con le sovrapposizioni alternando le t-shirt dal taglio slim a quelle meno aderenti: qualsiasi modello tu scelga, te lo sentirai cucito addosso.

Articoli simili

Casco Jet desiderato da tutti

casco je desiderato da tutti

È boom. Lo è già da qualche anno. Il Casco Jet è desiderato da tutti , è l’accessorio più richiesto e venduto nel settore motociclistico. E il trend non accenna a diminuire. Il casco oggi fa tendenza è innegabile. Il brutto anatroccolo si è trasformato in cigno. Quello che un tempo era considerato un freddo, scomodo ed antiestetico, si è conquistato degnamente un proprio spazio nel settore fashion e sta spiccando il volo. Se la moto, sia di grossa cilindrata, media, scooter o vespa – che è una categoria a parte – ha rivoluzionato gli spostamenti “minimal” degli ultimi anni, l’essenza del motociclista cittadino oggi non si distingue più per il rombo inconfondibile, ma per qualcosa che sta più su, che non fa rumore ma si fa notare, il casco. il più gettonato per la stagione estiva? Il Casco Jet è desiderato da tutti , quello che riprende in tutto e per tutto la struttura di quelli utilizzati dagli aviatori americani. Aperto, leggero ed areato ha uno stile inconfondibile ed è in cima alla lista anche per le moto di grossa cilindrata. Sia che sia sobrio o che sia più eccentrico nel colore o più accattivante nel design, la sfida oggi è a colpi di novità tra le quali la predisposizione per l’interfono o per sistema blutooth, cover personalizzate e aggiuntive, grafica rifrangente, visiere antigraffio, materiali leggeri ed innovativi come il carbonio o la termoplastica.

Cosa pensano i centauri del Casco Jet

centauri urbani si dimostrano molto esigenti e particolarmente attenti alle innovazioni tecnologiche ma senz’altro quando si tratta della scelta definitiva, l’estetica è fondamentale. Qualche anno fa la tendenza era per i colori accesi, per lo strano a tutti i costi, con applicazioni di peluche, o stravaganti esibizioni artistiche, quest’anno invece le proposte moda virano molto di più verso uno stile pulito e minimal. E per la bella stagione i suggerimenti sono davvero interessanti.Innanzitutto il look. Non importa come ci si veste, non importano abbinamenti impeccabili, neanche per l’ufficio. I completi possono essere estremamente casual, addirittura scoordinati, tipo, indosso la prima cosa che trovo nell’armadio. Cancellate dunque lo stress del che cosa mi metto oggi, perché l’outfit, quello che rifà tutto il look, si chiama casco jet.

La moda del momento

Un revival del classico e del vintage anni Cinquanta/Sessanta, con quello non si sbaglia. Va bene anche vecchio e riciclato l’importante è che si distingua dagli altri per stile e cura del dettaglio, soprattutto se il pattern è martellato in grado di infondere quell’aria di vissuto dal fascino unico. Tendenzialmente elegante ma scanzonato. Unico tocco di eccentricità la dimostrano i jet dotati di visiera che da trasparente diventa colorata, fumè o addirittura come la bubble, a specchio, un tocco avanguardista che non passa inosservato. Senza troppi eccessi i colori sia opachi che laccati, mentre le linee risultano morbide, semplici ed essenziali.

Le Griffe

Per chi ama lo stile sportivo ed è un irriducibile della griffe a tutti i costi, i caschi EA7 di Armani fanno al caso suo. Per chi invece predilige una verve fresca e sbarazzina suggeriamo i modelli tricolore AGV X70 Pasolini e la serie World days di Vespa dai costi non proibitivi. Eleganti i patinati di Momo che hanno fatto del design pulito il loro cavallo di battaglia, militareschi e molto urban con cuciture a vista i modelli di Helmo tra i quali spiccano il Turbine e il Fuori Porta. L’eccentricità si lascia al contorno. Come gli occhiali da ciclomotore stile rétro. Sono il pezzo più carismatico da aggiungere per dare un tocco di originalità, non c’è dubbio. Sia che si indossino sia che siano appoggiati sopra il casco l’effetto è quello di chi vuole vivere la strada davvero con stile. I più belli? Quelli di Baruffaldi e Bertoni. Basta fare un giro nel sito dei brand per lasciarsi tentare e convincere.

Articoli simili


Assicurazione moto e auto d’epoca: come funziona? Info, costi e modalità

Assicurazione moto e auto d’epoca

Assicurazione moto e auto d’epoca? Ecco una pratica guida al’assicurazione di veicoli storici: tutte le info su documentazione, costi . Chi possiede un’auto storica o una moto d’epoca deve provvedere ad assicurarle. L’assicurazione per i veicoli storici è necessaria sia per poter circolare su strada che per partecipare ai raduni e agli incontri organizzati dagli appassionati. I possessori devono assicurare il mezzo, grazie a speciali polizze, più convenienti e fatte ad hoc dalle compagnie assicurative. Se avete ceduto al’acquisto di una sfavillante mezzo d’epoca resta ora da capire come fare l’assicurazione del mezzo e quali sono i costi. Potete ricevere un preventivo per l’assicurazione della moto ma anche farla online. Ma come funziona e quanto costa assicurare una moto o auto d’epoca? Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’assicurazione dei mezzi d’annata.

Assicurazione moto e auto d’epoca: come funziona e documentazione necessaria

Per poter ottenere l’assicurazione per moto o auto storiche è necessario possedere alcuni requisiti imprescindibili:

  • deve avere più di 20 anni di vita , essere conservato in ottime condizioni , ben restaurato ,per stabilire l’età del mezzo ,fa fede l’anno di costruzione e non quello di immatricolazione.
  • deve essere considerato interessante dal punto di vista storico e culturale

Un altro requisito richiesto dall’agenzia assicurativa è relativo all’età del richiedente: chi intende assicurare la propria moto o auto d’epoca deve avere almeno 23 anni.

Una volta verificate queste condizioni, si farà l’iscrizione a un’associazione di veicoli federati con l’ASI (Automotoclub Storico Italiano), all’ASI stesso in modo da provare la storicità del mezzo, e tesserarsi (in caso di moto) alla FMI (Federazione motociclistica italiana).

Ecco i requisiti per tesserarsi alla FMI:

  • il veicolo deve essere in possesso di regolare libretto e targa mai dismessi dalla circolazione;
  • bisogna stampare e compilare il modello A relativo all’iscrizione del Registro Storico nazionale;
  • effettuare un versamento intestato a: Federazione Motociclistica Italiana (indicando nella causale “richieste d’iscrizione al registro storico”) ed allegare l’originale della ricevuta;
  • allegare:
  1. nove foto di formato 10×15 della moto, a colori e su fondo uniforme di colore neutro in cui è visibile il numero del telaio;
  2. una copia del libretto di circolazione, da cui siano identificabili i dati tecnici e l’intestatario;
  3. una copia del foglio complementare o del certificato di proprietà; copia di un documento d’identità.

In caso di veicolo radiato d’ufficio dal PRA, bisogna aggiungere i seguenti documenti: una copia dell’estratto cronologico

  • la dichiarazione di corretta conservazione del motoveicolo
  • la dichiarazione originale dell’officina che lo ha restaurato e una copia di un documento d’identità

I documenti richiesti dovranno essere inviati ad uno degli esaminatori nazionali presenti sul territorio.

Il possessore della moto o della macchina dovrà inviare la documentazione alla compagnia assicurativa scelta, che proporrà una polizza precisa.

Agevolazioni e costi

Forse non tutti sanno che comprare o ereditare una moto o una macchina d’epoca è un modo utile per risparmiare sul’assicurazione. Le due ruote e le quattro ruote vintage, godono di una serie di agevolazioni dal punto di vista assicurativo.

L’Rc moto d’epoca costa meno rispetto a quella tradizionale perché non è basata sul sistema Bonus/Malus, gode di una classe di merito fissa. Inoltre tra i vantaggi offerti dalle compagnie assicurative c’è anche la formula di guida libera  inclusa nel prezzo. Chi vuole può anche aggiungere garanzie accessorie che tutelano il mezzo da danni che potrebbero verificarsi durante i raduni (furto-incendio, polizza kasko, atti vandalici ecc…).

Per il bollo, solo le auto d’epoca con più di 30 anni sono esenti dal pagamento. La circolazione di moto e auto storiche , è consentita solo in occasione di raduni e manifestazioni.

Restyling Jaguar F-type , la nuova supercar inglese

Restyling Jaguar F-type

Restyling riuscito per la Jaguar F-Type. Dopo sette anni dalla sua nascita, la supercar si aggiorna nei contenuti e nell’estetica a partire dal nuovo frontale caratterizzato dai sottili fari a led. Prezzi? Si parte da 66.300 euro.

Jaguar F-Type 2020, cosa cambia


La Jaguar F-Type 2020 si aggiorna , nuovo cofano, griglia maggiorata e fari a Led ultra sottili dalla caratteristica forma a J, mentre al posteriore i proiettori riprendono lo stile introdotto dall’elettrica I-Pace. Come sottolineato da Adam Hatton, Jaguar Exterior Design Director: “La F-Type ha sempre avuto delle eccellenti proporzioni e un portamento elegante. Questo rinnovamento stilistico vuole migliorare tutti i valori fondamentali del marchio Jaguar. Il nostro obiettivo era quello di rendere l’auto più contemporanea, più decisa e persino più spettacolare. I raffinati fari Pixel Led e la griglia anteriore più grande offrono una maggiore prestanza su strada. Abbiamo ridisegnato il sinuoso cofano a conchiglia per migliorare la purezza della forma e accentuarne la lunghezza. Le splendide superfici fluenti richiamano le grandi Jaguar del passato, mentre le nuove prese d’aria si fondono perfettamente con ventura. La coda, in base alla motorizzazione, mostra diverse soluzioni per i terminali in base alla motorizzazione. Il motore a quattro cilindri da 300 cv presenta un unico terminale centrale a quadrilatero. Entrambi i motori V8, sia nella versione da 450 cv che da 575 cv, sono caratterizzati da quattro scarichi con il marchio R inciso. Ampia anche la personalizzazione estetica, 16 varianti cromatiche, oltre alle 12 principali, presenti nella SVO Premium Palette.

Interni Jaguar F-Type


A bordo ritroviamo un ambiente rinnovato ma senza profondi stravolgimenti, a conferma dell’ottimo punto di partenza. La strumentazione ora presenta un quadro strumenti riconfigurabile Tft hd da 12,3 pollici, con una grafica pensata esclusivamente per la F-Type e personalizzabile . A centro plancia spicca lo schermo touchscreen da 10 pollici del sistema Touch Pro, abbinato a tre controller tattili rotativi e compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. All’atto pratico è di facile utilizzo, rapido nel passaggio tra le varie funzioni e non crea eccessive distrazioni. In generale il livello qualitativo e costruttivo è ottimo, a conferma del blasone sul cofano. I sedili sono disponibili in due differenti tipologie: Sport e Performance. I modelli F-Type e F-Type R-Dynamic sono dotati di serie della versione Sport. Il sedile Performance ha un supporto più pronunciato all’altezza delle spalle ed è di serie sui modelli R e First Edition.

Nuova Jaguar F-Type, motorizzazioni


Quattro cilindri da 300 cavalli, V8 da 450 cv e V8 da 575 cv. È questa l’offerta di motorizzazioni in Italia per la rinnovata Jaguar F-Type, tutte abbinate alla trasmissione automatica Quickshift e alla carrozzeria coupé o cabrio. Partendo dalla versione di accesso ,sotto al cofano troviamo la motorizzazione quattro cilindri 2,0 litri Ingenium turbocompresso a trazione posteriore, con una coppia di 400 Nm già disponibile a 1.500 giri/min, capace di assicurare una velocità massima di 250 km/h e uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in 5.7 secondi. Entrambe disponibili in 3 allestimenti: versione d’accesso, R-Dynamic e First Edition. La P450 aggiunge le quattro ruote motrici, è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 4,6 secondi, raggiungere una velocità massima di 285 km/h. Passando alla potente F-Type R, disponibile solo con trazione integrale, il V8 5.0 turbocompresso ora raggiunge i 575 cavalli di potenza , i 700 Nm di coppia contro i 550 cv e 680 nm della precedente versione. La velocità massima, limitata elettronicamente, è di 300 km/h mentre lo 0 a 100 km/h viene coperto in soli 3.7 secondi. Restyling Jaguar F-type riuscito con i fiocchi !


La nostra Valutazione :

Estetica

4.8/5

Interni

4.5/5

Prestazioni

4.7/5

Prezzo

4.1/5