Sospensione RcAuto Coronavirus

Sospensione RcAuto Coronavirus. La sospensione è contenuta in un emendamento del decreto Cura Italia. Il mese “regalato” da Unpolsai, che potrebbe portare le altre a fare lo stesso. Ma entrambe le soluzioni hanno i loro svantaggi.

Pagamenti poco giustificati e Sospensione RcAuto Coronavirus

Gli italiani, costretti a casa dal lockdown, stanno continuando a pagare le polizze obbligatorie sulle loro auto e moto praticamente senza fruirne. La circolazione stradale è crollata e gli incidenti pure. Sicuramente per necessità è consentito circolare, ma non è giusto pagare per una polizza “completa”. Certo, la Rc auto copre anche i danni causati in parcheggio, ma questi sono minimi rispetto al totale. La verità, è che le compagnie assicurative hanno incassato premi erogando meno risarcimenti di quelli su cui le attuali tariffe sono state tarate. Si è andati avanti così fino al 3 maggio, ma ancora oggi risulta poco chiaro la questione degli spostamenti.

Sospensione RcAuto Coronavirus caratteristiche:

Sospensione RcAuto Coronavirus. Per ora, quindi, il vantaggio delle compagnie è quantificabile in due mesi di premi. Ma dovrebbe prolungarsi anche dopo maggio. Non a caso, l’emendamento decreto Cura Italia (Dl 18/2020) prevede la possibilità di chiedere la sospensione della copertura assicurativa fino al 31 luglio. Ma ovviamente non è una novità, infatti già normalmente le polizze Rc auto possono essere sospese su richiesta dell’assicurato. Il vero vantaggio è che, rispetto al solito, la sospensione si otterrebbe senza alcun costo. Inoltre ce da considerare che nei contratti c’è un tetto massimo riferito al numero di volte per le quali la sospensione può essere richiesta.

Soluzione parziale

Quella approvata dal senato è soltanto una soluzione parziale. Infatti come tutte le sospensioni della Rc auto, implica che il veicolo sia parcheggiato in area privata e non tutti hanno questa possibilità. La riattivazione immediata risulta complessa, andando a compromettere il principio di utilizzo d’urgenza. La sospensione prevista dall’emendamento riguarda la sola Rc auto, le eventuali coperture accessorie, come furto-incendio potrebbero quindi venire interrotte. Bisogna valutare in base alle proprie esigenze. Non è chiara la situazione sulla eventuale riattivazione , e soprattutto se potrebbe avvenire per pochi giorni.

Il mese gratis

Unipolsai, su tutte le polizze in vigore il 10 aprile ,anche se sospese o scadute da meno di 30 giorni, dà la possibilità di ottenere – dal 22 aprile – un voucher di importo equivalente a un mese di copertura (mediamente 40 euro al mese). Questo importo verrà riconosciuto come sconto al prossimo rinnovo della polizza ovviamente sullo stesso veicolo. La mossa di Unipolsai è importante per due motivi : il primo è che sicuramente andrà a influenzare il mercato nazionale, costringendo le altre compagnie ad adeguarsi. Il secondo motivo è che va ad anticipare un possibile intervento delle autorità, che potrebbero chiedere un risarcimento al settore assicurativo. Questo perché i premi incassati non sono tarati a fronte del netto calo degli incidenti.

Le caratteristiche

Ma attenzione: quello di Unipolsai non è un regalo così conveniente come potrebbe apparire. Per diversi motivi: – equivale solo a un mese di premio, meno di quanto sta durando il lockdown; – essendo un voucher da spendere al prossimo rinnovo della polizza, da un lato ha il vantaggio di mantenere la polizza attiva in caso di necessità, dall’altro implica che alla scadenza della polizza il cliente si senta costretto a rinnovare con la stessa compagnia. Non considerando che magari potrebbe trovarne un’altra in grado di offrirgli uno sconto ben maggiore; – non è altro che lo stesso sconto di cui il cliente può già beneficiare normalmente, perché le compagnie prevedono una scontistica e una flessibilità per gli eventuali rinnovi; – fa diventare il cliente un “bersaglio” di altre offerte dirette da parte della stessa Unipolsai o di altri soggetti, se il cliente nella procedura adottata dalla compagnia per l’emissione del voucher (sulla app, sul portale web della compagnia o tramite numero verde) non ha l’accortezza di rifiutare il consenso a ricevere offerte e quello a farsi profilare.

Calcola preventivi online

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *